[LE SEGHE MENTALI] (1/3)

Il pensiero è come un coltello: ti ci puoi imburrare il pane oppure tagliartici la gola.”
G.C.Giacobbe.

Ci pensi mai?

Dedichiamo tantissimo tempo ed energie mentali a fatti ed eventi su cui abbiamo scarso controllo o quasi nullo, come ad esempio:

le condizioni climatiche, la politica, la borsa, i gossip, i tempi di risposta dei messaggini what’s app e delle mail...

Tutti questi pensieri sono un perfetto esempio di una tipologia di seghe mentali: il pensare continuamente a ciò su cui non abbiamo controllo.


La sega mentale è un pensiero. 

In quanto tale, consiste in sinapsi, connessioni neuronali che si sviluppano in impulsi elettrici.

Possiamo così affermare, che la sega mentale è energia.


Ma dove ha origine tale tensione energetica?


Alla base delle riflessioni mentali che costruiamo nella nostra testa c’è quasi sempre di base la paura.

La preoccupazione spesso è diretta in modo molto paranoico verso ciò che potrebbe accadere in futuro, verso una possibile perdita oppure è mossa dallo spavento.


Tutto questo, però, vive nella mente e non corrisponde alla realtà.


È frutto di una paura anticipatoria che non ha una vera minaccia alle sue spalle.


Le seghe mentali consistono quindi in una preoccupazione eccessiva nell’immaginario.

La sega mentale si distingue dalla preoccupazione vera.


Pre-occuparsi, ovvero occuparsi prima di qualcosa, è l’azione di prevedere eventuali ostacoli o difficoltà sul cammino e progettare anticipatamente una strategia per risolverli qualora dovessero palesarsi.


Le seghe mentali, invece, vivono nei pensieri.

Cosa accade quando ci facciamo le “pippe mentali” ?

Non ne caviamo un ragno dal buco.

Entriamo in un loop che può portare anche il nome “ la ruota del criceto”, e questi pensieri continuano a rincorrersi, sempre più veloci, sempre più incontrollabili, sempre più spontanei.


Ognuno di noi è costruttore della realtà che lo circonda:

non siamo presenze passive, ma attivamente contribuiamo alla percezione del mondo che viviamo attraverso le nostre sensazioni, i nostri pensieri, le nostre convinzioni.

Attraverso la sega mentale costruiamo una realtà che si ritorce contro noi stessi e NON favorisce di certo il nostro benessere.


Ogni volta che ci focalizziamo su questi pensieri segaioli , di fatto stimo cedendo il nostro potere personale, ( RESPONS-ABILITÀ )permettendo all’insicurezza di prendere il timone della nostra vita.


Per liberarsi di questa categoria di seghe mentali è importante prendere consapevolezza delle 3 sfere del controllo.



Le 3 sfere sono:


La sfera di interesse.

Raccoglie al tutto ciò per cui hai un qualche interesse o preoccupazione, ma su cui hai zero controllo, o comunque un controllo limitato.


La sfera di influenza.

Include tutto ciò e tutti coloro su cui puoi avere un impatto diretto, ma comunque non puoi controllare al 100%.


La sfera di controllo.

Comprende ciò su cui hai pieno controllo, ovvero: le tue decisioni e le conseguenti azioni.


Tutti i pensieri che riguardano temi al di fuori della tua sfera di controllo e della tua sfera di influenza sono sostanzialmente delle grandi seghe mentali.

Per liberartene è importante essenzialmente spostare la tua attenzione dalla sfera esterna a quelle più interne. 

Questo lo si ottiene:


Focalizzandoti sulla tua sfera del controllo.

Se la tua mente è concentrata ad elaborare mille seghe mentali legate al clima, all’economia, alla politica, a Piero che non ti risponde al messaggio, a Giusy che ti ha sorriso di meno, non avrà il tempo materiale per focalizzarsi sulle uniche due cose che impattano direttamente sulla qualità della tua vita: le decisioni che prendi e le azioni che compi. Quelle piccole scelte ed attività che caratterizzano la tua giornata: l’ora in cui ti svegli, quello che mangi, il lavoro che fai (o che decidi di procrastinare) e così via. Più attenzione dedichi alle decisioni e alle azioni quotidiane e meno linfa metti a disposizione alle seghe mentali. Non solo. Focalizzarti su ciò che puoi controllare ti aiuta e ti allena anche ad aumentare e migliorare la qualità della tua autostima grazie al rafforzamento del tuo luogo di controllo.


Lavorando costantemente sulla tua sfera di influenza.

Le uniche cose su cui abbiamo davvero controllo sono le nostre decisioni e le nostre azioni: non puoi avere il controllo completo sul tuo voto dell’esame , sulla promozione in ufficio, sulle tue relazioni o sulle tue finanze, sul vincere la partita. Tu hai la piena responsabilità e controllo su tutto ciò che di importante devi fare affinché accada questo. Accettare, accogliere la possibilità che nonostante l’impegno qualcosa possa non andare perfettamente, ti libera da molte ed inutili seghe mentali.


L'accettazione, l’accoglienza però NON corrisponde alla resa, alla reattività.

È fondamentale ESSERE PROATTVI , ovvero fai in modo che le tue decisioni e le tue azioni contribuiscano continuamente ad aumentare le probabilità di ottenere un determinato risultato nell’ambito della tua sfera di influenza.

Vuoi migliorare la tua salute?

Vuoi fare soldi?

Vuoi avere relazioni appaganti?

Vuoi essere in forma?

Utilizza la tua sfera di controllo per lavorare di continuo su questi obiettivi.


Ignorando tutto il resto.

Ignorare la sfera di interesse NON significa essere egoisti o indifferenti rispetto a ciò che accade nel mondo: è l’esatto contrario.

Nel momento in cui decidiamo di ignorare ciò che non possiamo cambiare, ci assumiamo anche la responsabilità di fare tutto quanto è in nostro potere per dare un contributo positivo alla società.

Se direttamente non puoi far nulla per modificare le dinamiche dell’economia globale, al contempo puoi fare molto per modificare le dinamiche della tua economia personale, creando qualcosa di valore per chi ti segue.


“Concedimi la serenità di accettare le cose che non posso cambiare, il coraggio per cambiare quelle che posso e la saggezza per riconoscerne la differenza.”
R.Niebuhr.

Martina Carraro

Mental Coach.

#TiallenoAllaFelicità

www.martinacarrarocoach.com


0 visualizzazioni

Martina Carraro-SPORT&LIFE MENTAL COACH

©2019 di Martina Carraro SPORT & LIFE MENTAL COACH.